ADESSO! NAPOLI (da www.matteorenzi.it)

Oggi abbiamo visitato le prime tappe del Meridione attraversando Benevento, Avellino e infine Napoli. Lungo il nostro percorso tante persone piene di speranza in un futuro diverso per la propria terra e per i propri figli. Negli occhi di un popolo pieno di passione e entusiasmo abbiamo intravisto una scintilla di cambiamento che aspetta solo l’ossigeno necessario per divampare in ogni direzione.

In un’intervista pubblicata oggi sul Corriere del Mezzogiorno, Matteo risponde così in merito ai problemi del Sud del nostro Paese:

“A tutti, ho sempre risposto alla stessa maniera. Io non vedo né una questione meridionale, né una questione settentrionale. Vedo un Paese che, nel suo insieme, deve confrontarsi con problemi che hanno caratteristiche e intensità differenti, nelle diverse aree, ma che hanno una radice comune e devono essere affrontati insieme. [ …] Il Mezzogiorno ha i numeri giusti per creare sviluppo. C’è ancora tanta voglia di benessere. Però ci vuole una rivoluzione. Occorre industrializzare le tipicità del Sud, estrarre dalle sue identità territoriali prodotti che conquistino il mondo; occorre sostituire all’accoppiata alta tassazione delle imprese e incentivi per pochi, l’altra accoppiata che abolisca i privilegi di pochi e dia opportunità a tutti. C’è un Sud che funziona. Ci sono imprese che producono ricchezza e non debito pubblico. Ci sono enti locali che sono ben amministrati. Ci sono esperienze virtuose che smentiscono ogni giorno l’indistinto pregiudizio che tende ad avvolgere il Mezzogiorno”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contributi Esterni. Contrassegna il permalink.