Renzi: “Se vinco, il rinnovamento sarà radicale. E non solo nel centrosinistra” (da www.rainews24.it)

Matteo Renzi

Matteo Renzi

 

Firenze, 27-09-2012

“Se vincesse una classe dirigente totalmente nuova, under 40, che sta provando ad avviare un cambiamento radicale, è evidente che questo sarebbe un segnale molto forte per la politica. Da un lato c’è chi vuole cambiare in modo radicale e chi in modo meno deflagrante, come Bersani. Se vinciamo noi, il cambiamento sara radicale”. Così il sindaco di Firenze Matteo Renzi in un’intervista a ‘Radio anch’io’ su Radio1.

Nuove tasse
“Io credo che non sia un tabù rimodulare le tasse, io a Firenze ho abbassato l’addizionale Irpef”, ha detto Renzi a ‘Radio Anch’io’. “La patrimoniale in Italia c’è già: l’Imu sulle case e quella nascosta derivante dal fatto che in due anni il valore di una casa è calato del 20%”, ha spiegato il sindaco di Firenze, chiarendo: “Non insisterei ulteriormente con l’aumento delle tasse”.

Grazie Bersani
La premessa è una: “Io sono grato al mio partito perche’ le primarie le fa. C’è differenza plastica con il centrodestra”. Detto questo Matteo Renzi, parlando a
Radio anch’io, ribadisce la sua contrarieta’ a nuove regole per le primarie. “Penso che le regole debbano essere le stesse delle precedenti primarie”, dal 2005 a oggi. “Dopodiche’ vorrei sdrammatizzare questo tema – spiega Renzi -. Noi vinceremo le
primarie non su base di alambicchi ma se saremo piu’ bravi, ma io sono per aprirsi”.

Evitare i cattivi esempi 
Matteo Renzi è preoccupato che sulle primarie del Pd si abbatta “l’effetto Napoli”. Cosi’, in un colloquio col Mattino, il sindaco di Firenze in corsa per la leadership democratica teme che possa ripetersi su scala allargata quanto avvenuto nel capoluogo partenopeo alle ultime primarie del partito: “Lo so bene cosa è accaduto qui: un’esperienza utile… Nel senso che non deve piu’ succedere, occorre fare il contrario”.

Avversari in casa
“Mio figlio ha 11 anni e si dichiara bersaniano perché non vorrebbe il padre in giro per tre mesi – dice Renzi – Temo che cambino le regole in corsa ma non credo che faranno votare pure i bambini”.

Cambio di mentalità
Renzi chiede al Sud di cambiare mentalita’ citando il caso dei fondi europei e delle infrastrutture: “Bene il ministro Barca che ha messo i dati in internet: 46 miliardi parcellizzati su oltre 473mila progetti. Troppi per creare sviluppo”.

Destra e sinistra, non siamo tutti uguali
“C’è una differenza sostanziale fra un centro-destra che aspetta di prendere direttive da una persona singola, e una sinistra che si affida agli elettori, senza un leader unico”. Renzi ha poi aggiunto: “Noi vinceremo le primarie se saremo pi· bravi di Bersani – ha aggiunto – Senza alambicchi strani. Io spero in un Pd che sia in grado di aprirsi. Non so quanto chiederemo agli elettori per le primarie”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli dalla Stampa Nazionale. Contrassegna il permalink.