Il Pd è l’unica sede dello scontro politico fra destra e sinistra (di Gad Lerner)

Il Pd è l’unica sede dello scontro politico fra destra e sinistraLa dissoluzione in corso del Pdl, il cui destino resta sequestrato dai dilemmi esistenziali di Silvio Berlusconi, sta producendo un effetto paradossale: l’intera dialettica politica destra/sinistra si compie oggi all’interno del Partito Democratico, ovvero dell’unico contenitore che si è reso disponibile alla contendibilità con il metodo aperto delle primarie. Senza bisogno di evocare complotti, è naturale che molti elettori del centrodestra guardino con ammirazione a Matteo Renzi e non disdegnino l’idea di andarlo a votare. Mica dispongono di altri spazi per manifestare le loro idee e farle pesare. I partitini di centro sono tutti privi di istanze partecipative, il Pdl è sequestrato dalle correnti. Non gli resta per esprimersi che riempire gli spazi offerti dal Pd, che in questo modo diviene l’unica sede per un confronto politico a largo spettro. E’ un bene o un male? E’ un fatto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contributi Esterni. Contrassegna il permalink.