ADESSO! FOGGIA (da www.matteorenzi.it)

Chi abbiamo incontrato…

 

Fabio Romano

48 anni, avvocato

Hai deciso di pertecipare a questo incontro per curiosità o perchè sei già convinto dalle idee di Matteo?

Sono convinto delle cose che dice, non sono certo di quelle che potrà fare, non per sua volontà ma per gli impedimenti da parte di altre persone.

Hai avuto modo di conoscere le idee di Matteo?

Sul sito ho letto qualcosa, trovo ci sia ancora un po’ di qualunquismo nel programma ma non metto in dubbio che assolutamente sia avanti rispetto ad altri e molto propositivo soprattutto se si parla di proposte politiche. Parla inoltre di fatti concreti come ad esempio la rottamazione che può sembrare solo uno slogan ma che dovrebbe essere la realtà della nostra politica.

Al di là del suo programma o delle sue idee c’è un tema che ti sta a cuore e che vorresti fosse portato alla luce da Matteo nell’agenda pubblica?

Il tema principale a mio avviso è il ritorno della politica vera e propria, ci sono tanti dilettanti, tanti imprenditori di se stessi che hanno ridotto l’Italia a quello che possiamo vedere adesso. Ripeto che sono scettico che Matteo riesca a fare quello che dice però è l’unica speranza.

Ti sei fatto un’opinione sugli ultimi scontri all’interno del Partito Democratico?

E’ normale che il vecchio cerchi di preservare l’apparato già esistente. E’ l’unico partito che pur cambiando nome è riuscito a mantenere intatto l’apparato centrale.

Cosa pensi delle critiche di Casini in riferimento alla scarsa autorevolezza di Matteo Renzi a livello internazionale?

Il problema è chi le fa le critiche, se le fa Casini non credo abbia diritto a farle. Se le avesse fatte qualcun altro di più autorevole come ad esempio lo stesso Monti allora sarebbero potuto essere più interessanti. Casini è uno dei maggiori responabili di quello che è successo negli utlimi venti anni, insieme a Fassino e Berlusconi.

Come viene percepito l’operato di Matteo Renzi al di fuori di Firenze?

Ci sono più critiche a Firenze che al di fuori, lo dico perchè ho una sorella che vive proprio nella sua città, il problema è che per come la situazione politica attualmente ci si deve aggrappare a qualcuno almeno che non si decida di non andare più a votare. Matteo Renzi è una speranza non può essere una certezza. E’ importante l’approccio che dice di voler introdurre nella politica per quanto riguarda le posizioni politiche o le soluzioni proposte ovviamente se ne può parlare e si può essere d’accordo o meno.

 

Francesca De Salvia

38 anni, libera professionista

Sei qui oggi per curiosità o perché sei già convinta di votare Matteo Renzi?

Lo conosco, ma sono venuta per farmi un’idea migliore di quello che propone.

C’è un tema che vorresti fosse trattato da Matteo all’interno del suo programma?

L’abolizione totale del finanziamento pubblico ai partiti. O tipo solo il 10% di quello che danno adesso.

Hai già votato alle Primarie del Partito Democratico?

Sono sempre stata di Sinistra, però attualmente non mi convince nessuna parte politica. Stavo pensando anche a Grillo sinceramente, solo per dimostrare il mio dissenso a tutto quello che sta succedendo.

Che opinione ti sei fatta sulle critiche ricevute da Matteo sulla scarsa autorevolezza?

Secondo me sono infondate, mi è dispiaciuto solo quando è andato ad Arcore di nascosto.

Come percepisci l’operato di Matteo come Sindaco di Firenze?

Positivo, credo abbia fatto molte cose positive.

Cosa gli consiglieresti?

Di fare qualcosa che incontri il consenso popolare, perché in questo momento la gente è veramente arrabbiata anche alla luce degli ultimi scandali in Lazio.

 

Nicola

56 anni, dirigente

Come mai hai scelto di partecipare a questo incontro?

Innanzitutto sono per le novità, io vengo dall’area dell’ex-PCI, e mi piace il messaggio di Renzi anche se ritengo Bersani una bella persona. Ci potrebbe essere il binomio Renzi-Bersani.

Hai una posizione politica molto di Sinistra, cosa ti ha fatto avvicinare a Renzi?

Mi affascina perché vuole le novità e la casta politica di oggi, con le schifezze che vediamo, non è un buon esempio nè per i giovani nè per chi non ha un posto di lavoro nè per chi soffre.
Prima di tutto lui si pone il problema di una giustizia sociale, di ridurre i costi e dare l’esempio. Poi mi piace il fatto che se lui perde non ambisce a nessuna poltrona in Parlamento, è un grande esempio di moralità. Speriamo possa darci una speranza.

Su quali temi dovrebbe puntare per essere convincente in questa campagna elettorale?

Innanzitutto su una giustizia sociale, un fisco più leggero, i giovani, difesa dell’agroalimentare, difesa delle imprese e un cambio della riforma del lavoro e della riforma delle pensioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contributi Esterni. Contrassegna il permalink.