ADESSO! POGGIO MIRTETO (da www.matteorenzi.it)

Dopo Solomeo e Terni, siamo giunti anche a Poggio Mirteto ultima tappa umbra e di questa ventesima giornata del nostro viaggio.
La partecipazione come al solito è stata numerosa, come numerosi sono stati i temi affrontati da Matteo.

Tra i tanti c’è un concetto che tutte le volte tiene a precisare:

Se perdo le primarie, io, darò una mano, senza chiedere premio di consolazione né ministeri né vitalizi. Se invece vinciamo le primarie, al plurale, cambiamo l’Italia una volta per tutte.
Ecco. Loro invece saranno leali? Perché al massimo se vinciamo noi non ci sarà più il seggio in Parlamento per alcuni di loro.
E gli italiani potranno capire coi fatti cosa vuol dire essere progressisti e agire di conseguenza.

Il passaggio viene poi rafforzato con un passaggio del film di Muccino “La Ricerca della Felicità” con Will Smith che parla a suo figlio:

La generazione dei politici che abbiamo avuto non ci ha dato il futuro di cui abbiamo diritto. Allora a ciascuno di noi è dato il compito e l’opportunità di metterci in gioco. Adesso. Se toccherà a noi le cose che diciamo le faremo.

La scuola è, tra gli altri, il terreno sul quale si gioca il futuro del nostro Paese.
Bisogna tornare ad investire, ma farlo con modalità nuove, che mettano al centro la qualità dell’educazione che diamo ai nostri figli. E’ davvero un paradosso, quello di una scuola nella quale si danno voti a tutti, ma non alla qualità dell’insegnamento e delle strutture scolastiche.
Dobbiamo iniziare a responsabilizzare gli istituti scolastici mediante una valutazione della performance gestita da una struttura indipendente centralizzata.

Ecco come intendiamo investire sugli italiani: http://matteorenzi.it/idee/10-idee/114-investire-sugli-italiani 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contributi Esterni. Contrassegna il permalink.