ADESSO! PORDENONE (da www.matteorenzi.it)

“Matteo! Matteo! Matteo!”: questo il fragore con cui è stato accolto stasera Matteo Renzi, appena sceso dal camper, diretto al Palasport di Pordenone.
2200 persone, equamente divise tra semplici cittadini e iscritti al PD, hanno fatto da cornice ad una delle più belle serate che il territorio pordenonese abbia visto in questi ultimi mesi. Il Palasport è gremito in ogni ordine di posto, tanto che la sicurezza ha dovuto aprire l’anello superiore. Gente venuta da tutta la provincia per sentire Matteo. E Matteo non li ha delusi.
Merito, futuro, Europa: le tre parole della nuova politica per una società migliore, a misura di italiano. L’accenno al ricambio della classe politica ha subito scaldato i 2200 del Palasport. La standing ovation è partita spontanea, perché, a differenza dei comizi politici, Matteo parla lo stesso linguaggio della gente: la politica deve tornare ad essere lo strumento principale per il bene comune, senza più fare gli interessi dei singoli. Chi ha fatto il suo tempo è ora che lasci lo spazio al rinnovamento delle idee; la rottamazione non è anagrafica, ma mentale.
Lo scroscio del battimani arriva in modo naturale, come naturale è l’idea di tornare ad essere, noi italiani, al centro della scena mondiale. Possono cambiare le regole, ma non potranno mai cambiare il nostro entusiamo.
Vent’anni di berlusconismo ci hanno fatto diventare un popolo di mediocri, l’innovazione delle idee portate stasera a Pordenone da Matteo Renzi ci ha fatto riscoprire che un’altra Italia è possibile.

Adesso!

 

Giacomo Lagona

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contributi Esterni. Contrassegna il permalink.