Bersani esce dall’angolo: “Non chiederò a D’Alema di candidarsi” (di Gad Lerner)

A commento dell’articolo che segue:

Bersani si comporta da vero leader del PD, un leader finalmente autonomo, o non è la disperazione che lo induce a dichiarare quanto ha dichiarato a proposito della ricandidatura di D’Alema? Sicuramente non sta dimostrando riconoscenza nei confronti di chi lo ha voluto lì.

Alberto Cardone

Bersani esce dall’angolo: “Non chiederò a D’Alema di candidarsi”A conferma dell’errore commesso da Massimo D’Alema (vedi il post qui sotto), giunge per tempo la risposta di Pierluigi Bersani stamattina al forum di “Repubblica tv”. Dice il segretario del Pd: “Io non chiederò a D’Alema di candidarsi. Io non chiedo a nessuno di candidarsi. Io non sono quello che nomina i deputati. Io farò applicare la regola, chi ha fatto più di quindici anni per essere candidato deve singolarmente chiedere una deroga alla Direzione nazionale”. Giusto, netto, chiaro. Evitare petizioni, s’il vous plait. D’Alema presenti la richiesta di deroga alla Direzione nazionale del Pd. Oppure, confidando sul suo indubbio seguito, proponga che si svolgano delle primarie di collegio alle quali democraticamente sottoporsi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Contributi Esterni. Contrassegna il permalink.