Il sarcasmo fuori luogo di De Luca sulle primarie

Anche oggi il Sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, apertamente schierato al fianco di Bersani, quello stesso Bersani che fino a qualche mese fa amava definire anima morta, nella nota trasmissione televisiva che lo vede protagonista tutti i venerdì da circa vent’anni su una nota emittente televisiva locale, a proposito delle primarie del centrosinistra, non è riuscito a trattenersi dal dichiarare delle emerite sciocchezze.

Voi privilegiati che gli sedete accanto, ditelo a De Luca che negli States le primarie non funzionano come racconta lui. La registrazione per poter partecipare al voto non è obbligatoria in tutti gli Stati, perchè se De Luca non lo sa, gli States sono uno Stato Federale e come in tutti gli Stati Federali, i regolamenti adottati possono e sono diversi.

In alcuni è necessaria la preventiva registrazione, in altri no.

Il suo sarcasmo sulle primarie, poi, lo trovo offensivo nei confronti dei milioni di italiani che a quelle primarie hanno partecipato, con convinzione e passione nel passato e che sicuramente non potranno, con lo stesso entusiasmo, non partecipare alle prossime.

Infine, non tutti sono politici di professione come lui da quarant’anni, quindi, è possibile che qualcuno possa ritenere giusto tenersi per se le proprie convinzioni politiche, come del resto garantisce la nostra Carta Costituzionale.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.