Renzi rilancia la rottamazione “Se Bersani perde non si candidi” (da www.repubblica.it)

ROMA – Anche gli altri candidati alle primarie, dicano fin d’ora che se perdono le primarie non prenderanno posti da ministro e non andranno nemmeno in parlamento. Matteo Renzi a Radio 24 risponde così a una domanda sul suo futuro politico.

Niente premi di consolazione, dice Renzi. “Se perdo le primarie rimango a fare il sindaco e non vado in parlamento, non vado a fare il ministro. Dopo di che – aggiunge lanciando una sfida ai contendenti – vorrei lo stesso atteggiamento da parte di altri. Chi perde dà una mano ma senza legare i propri contenuti a una sistemazione personale. Niente sgabelli”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli dalla Stampa Nazionale. Contrassegna il permalink.