Il PD si candidi da solo alla guida del Paese

Nei giorni scorsi abbiamo inutilmente dibattuto su chi era più o meno di sinistra e sulle possibili divisioni che la candidatura alle primarie del centrosinistra di Matteo Renzi poteva provocare.

Premesso che agli italiani non importi un fico secco di tutto ciò, preoccupato com’è di vedere il proprio Paese ancora sull’orlo del baratro, ora sappiamo chi vuole veramente un PD forte e capace di guidare l’Italia verso il necessario cambiamento.

Ieri Renzi l’ha detto e io la penso esattamente come lui: il PD si candidi al Governo del Paese da solo, senza SEL e UDC, senza la politica dell’eterno compromesso, che è tra le ragioni dell’attuale disastro.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.