Primarie, ecco le 13 regole del confronto su Sky (da www.europaquotidiano.it)

1. Il conduttore, Gianluca Semprini, presenta la “carta d’identità” dei candidati;
2. Il conduttore illustra le regole del confronto;
3. I candidati sono in piedi di fronte ad un podio personale con leggio trasparente e potranno muoversi verso il pubblico;
4. La posizione dei posti in studio e l’ordine delle risposte è stabilita da un sorteggio;
5. Il tempo di risposta è uguale per tutti i candidati;
6. Ogni risposta potrà avere durata massima di 1 minuto e 30
secondi;
7. Sono previste anche “domande veloci” con risposte di durata massima di 1 minuto;
8. In caso di replica, esplicitamente richiesta da uno dei candidati, il tempo a disposizione è di 1 minuto come per l’eventuale controreplica. Ogni candidato può richiedere un massimo di 3 repliche;
9. Durante l’appello finale il candidato non potrà citare gli altri partecipanti. Qualora lo facesse, gli altri avranno la facoltà di chiedere 1 minuto di replica che verrà concesso a
giudizio del conduttore;
10. Sono previste domande “in comune” e domande rivolte ad uno singolo partecipante;
11. Ogni partecipante ha diritto a un uguale, numero di posti nel pubblico in studio per i propri sostenitori;
12. Ogni comitato sostenitore indicherà una persona nel pubblico che potrà rivolgere una domanda indirizzata ad un candidato definito da sorteggio;
13. In studio sarà presente un orologio, che scandirà il countdown, visibile ai telespettatori.

Al conduttore il compito di predisporre con la redazione le domande, richiamare i candidati al rispetto della pertinenza della risposta alla domanda, chiedere chiarimenti sulle singole risposte fornite, assicurare che, all’interno di ciascun argomento trattato, i tempi globalmente attribuiti a ciascun candidato siano gli stessi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli dalla Stampa Nazionale. Contrassegna il permalink.