Renzi: «Io al governo? 5 donne. Pronto a lavorare con Sel» (da www.pubblicogiornale.it)

Renzi: «Io al governo? 5 donne. Pronto a lavorare con Sel»

Matteo Renzi si dice pronto a guidare un centrosinistra che abbia all’interno ancheNichi Vendola e Sel e con «solo 10 ministri: 5 uomini e 5 donne», forse con un attuale ministro del governo Monti. «Sempre che Sel non se ne vada, questo bisogna che lo chieda a Vendola», spiega stamane ad Agorà su Raitre. «Se vinciamo noi le primarie del centrosinistra c’è la carta di intenti – ed è un documento persino troppo generico, e chi resta dentro è il benvenuto», specifica il sindaco di Firenze.

Chi vince, dice ancora Renzi, «impone il programma», quindi «se qualcuno non vuol star dentro uscirà». Le primarie, secondo il candidato, servono per mettere «più progetti in campo». Chi vince, «prendendo degli impegni con i cittadini, deve mantenerli». Da evitarsi, certo, è che il centrosinistra vinca «e poi non governa più: si parla dei delusi del Pdl ma bisognerebbe parlare dei delusi del centrosinistra: il centrosinistra due volte è andato a governare e due volte è stato mandato a casa dai suoi».

Matteo Renzi svela anche il “segreto” della parola che lo ha reso celebre:rottamazione. «Forse potevo usare un’altra parola», dice stamane al programma diAndrea Vianello. «Ma se avessi usato “ricambio generazionale” me li avrebbe dati i titoli sul suo giornale?». La questione era «vincere il muro dei gomma sui media su questa partità, e ora è utilizzata perfino troppo».

E sullo sfidante Pier Luigi Bersani: «Credo che Bersani sia una persona perbene: l’aspetto che oggi mi porta a sfidarlo è che mi pare si sia posto come garante fra vari gruppi dirigenti del Pd, e non come un innovatore»

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli dalla Stampa Nazionale. Contrassegna il permalink.