Meglio tardi che mai

manifesto“Niente cambia se” non è solo l’Assemblea convocata per oggi pomeriggio, ma un progetto del PD Salerno che vede la realizzazione di un novo sito web, di una pagina facebook, di un profilo twitter e di una web TV. Tardi, ma finalmente ci sono arrivati. Permettetemi di esprimere tutta la mia soddisfazione, nel vedere in parte realizzato ciò per cui mi sono battuto più di due anni fa, nel Circolo che all’epoca frequentavo, il Circolo PD Salerno Centro e presso la stessa Segreteria del PD Salerno. Convinto com’ero dell’importanza del web quale veicolo, dalle potenzialità straordinarie, di diffusione delle proprie idee e di dibattito e partecipazione, mi assunsi l’onere, deriso per questo da alcuni, di realizzare per il Circolo un profilo su facebook, twitter, linkedin, Google+, Skype, un Blog e una newsletter, con invio quasi quotidiano ad una lista di contatti, non solo di iscritti, di documenti, notizie, luoghi e date di iniziative e manifestazioni. Avevo, inoltre, suggerito, vista la vastità e l’estensione del territorio provinciale, un collegamento attraverso la rete tra i Circoli e dei Circoli con la Segreteria provinciale di Salerno, perchè nessuno degli amici fosse lasciato solo e per un più facile inoltro di documenti o altro, progetto che spero si voglia prima o poi mettere in cantiere. La fatica, come potete immaginare, era tanta, per mantenere in vita e alimentare quanto avevo messo in piedi. Il riscontro positivo c’era stato, ma il non essere in alcun modo supportato, insieme ad altro, che non starò adesso a dire, mi hanno indotto ad abbandonare la mia opera e le mie creature. Come ci ha insegnato il M5S, la politica si può praticare senza avere alle spalle ingenti risorse economiche, strutture, apparati. La tecnologia, il web, possono essere strumenti di aggregazione e partecipazione, capaci, soprattutto, di abbattere quella diffidenza che spesso tiene lontani dalle sedi canoniche della politica. I tempi, poi, la vita frenetica, gli impegni lavorativi e familiari, ci costringono troppo spesso a continue rinunce. Utilizzare strumenti che ci consentono di offrire il nostro apporto e partecipare, da casa, dall’ufficio, da ogni dove, non è cosa di cui ci si possa privare. Procedere anche su questa strada si può e si deve. E’ un ulteriore, valido contributo a quel cambiamento che si dice ai quattro venti di voler realizzare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.