Grillo, Bersani e il Governo che sarà

Chi ha preso più di otto milioni di voti, grazie alla promessa che avrebbe mandato a casa i Bersani, i Berlusconi, i Monti, sbaglia nel volerla mantenere? Berlusconi, si sa, non è il leader di un Partito, ma di un’Azienda che si è fatta Partito, Monti, allo stato delle cose, non saprei cosa sia diventato, Bersani, leader di un Partito di massa, legittimato ad esserne leader grazie al risultato di ben due primarie, sarebbe auspicabile che sappia compiere un passo indietro, se non altro per rispettare il desiderio di cambiamento che c’è, ed è innegabile, nel popolo che rappresenta. La palla è in mano a Bersani. Può tirarlo il rigore, o può decidere di farlo tirare a qualcuno che abbia maggiori possibilità di segnarlo e di farci vincere il campionato, ma, a quanto sembra, Bersani vuole passare alla storia ed essere ricordato come colui che tragicamente prese un clamoroso palo.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.