Bersani, rinuncia o non rinuncia?

Sembra che Bersani non abbia del tutto rinunciato. Siamo, dunque, all’accanimento terapeutico. Continua il Segretario PD a parlare di Governo di cambiamento, con chi non è dato di sapere. Resto dell’idea che sia possibile perseguire il bene del Paese, facendo un unico, disperato tentativo. Si affidi l’incarico di formare il Governo ad una personalità alla quale non sia possibile rinfacciare l’appartenenza al sistema politico e partitico che ha trascinato il Paese nel baratro. L’operazione Presidenza del Senato, perchè non può essere realizzata e applicata anche per la Presidenza del Consiglio? Questo tentativo metterebbe in difficoltà i Cinque Stelle, in Parlamento e nei confronti dell’elettorato.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.