“Berlusconi si fida di Bersani”

Renzi dice: “Berlusconi si fida di Bersani”. A quanto detto da Renzi aggiungerei: ma Berlusconi non si fida di Renzi. Esplicito subito il mio pensiero. I due hanno in comune il destino. Sono entrambi figli della stessa stagione politica, quella della II Repubblica, quella del berlusconismo e dell’antiberlusconismo, che poi tanto anti non era. Giustificano l’un l’altro la loro esistenza. Senza Berlusconi non ci sarebbe Bersani e senza Bersani non ci sarebbe Berlusconi, l’anticomunista e il comunista, i rappresentanti di un mondo che evidentemente non c’è più. In questo quadro, Berlusconi non si può fidare di Renzi, non per i sondaggi che darebbero il giovane Sindaco di Firenze largamente vincitore, ma perchè Renzi è figlio di un’altra storia, di un mondo nuovo, un mondo nel quale la presenza del Cavaliere stonerebbe e apparirebbe paradossale. Ergo, Berlusconi al Governo con Bersani ci andrebbe, anzi, ci è già andato, attraverso Monti, con Renzi dubito fortemente che potrebbe attuare gli stessi compromessi che ha potuto realizzare negli ultimi vent’anni.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.