Lupi gela De Luca: «Nessuna intesa sulla metropolitana di Salerno» (da www.corrieredelmezzogiorno.corriere.it)

A commento dell’articolo che segue:

Toni trionfalistici qualche giorno fa sulla stampa salernitana. A novembre, si diceva, Salerno avrà in esercizio la sua Metropolitana, primo chiaro successo del neo vice Ministro Vincenzo De Luca, ma, come sappiamo, le bugie hanno le gambe corte e così dopo qualche giorno si scopre che quello firmato tra il Comune di Salerno e Trenitalia è un mero accordo tecnico, così definito dallo stesso Sindaco vice Ministro, che non garantisce un bel niente, perchè i costi annuali, tra i due e i tre milioni di euro, sono in capo alla Regione, notoriamente non molto propensa a sborsare tale cifra. Lupi, il Ministro titolare del dicastero delle Infrastrutture e Trasporti, a leggere l’allegato articolo, sembra voler smorzare ulteriormente i facili entusiasmi. Basta con la propaganda, ne abbiamo piene le scatole. Se avete fatti concreti di cui parlare, bene, altrimenti fate il piacere di tacere.

Alberto Cardone

Lupi gela De Luca: «Nessuna intesa
sulla metropolitana di Salerno»

Il ministro dei Trasporti bacchetta il suo vice:
«Noi siamo il governo, non il Comune di Salerno»

SALERNO – Con garbo ma con fermezza, il ministro Maurizio Lupi, ieri a Napoli per un incontro con il governatore Stefano Caldoro, ha bacchettato il suo viceministro: il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. E lo ha fatto proprio su uno dei punti fondamentali dell’inizio dell’attività di governo del primo cittadino: la metropolitana di Salerno.

FERMEZZA – Poche parole ma decise quelle di Lupi: «Sulla metropolitana di Salerno non c’è alcuna intesa – ha detto il responsabile del dicastero ai Trasporti e alle Infrastrutture – è certo un progetto importante, ma noi siamo il governo. E non siamo la Regione o il Comune». Poi ha aggiunto: «Dobbiamo parlare il linguaggio della verità – mettendo di fatto in discussione le parole di De Luca – e dire cosa si può e cosa non si può fare. Noi vogliamo risolvere dei problemi, ma riguardo al percorso corretto da seguire. Questo tema mi è stato posto anche dal viceministro De Luca. È un tema da approfondire. Quando si sono investite risorse è dovere morale ed etico che le opere non rimangano ferme. Ognuno ha il proprio ruolo, noi siamo il ministero, non il Comune di Salerno nè la Regione Campania».

GOVERNATORE – Caldoro non si è tirato indietro sull’argomento. «E’ un’opera strategica – ha detto il presidente della Regione – che non va abbandonata ma sostenuta. Ma ci sono due problemi da affrontare: la copertura finanziaria sia per il servizio che per la sicurezza».

TRIBUNA TELEVISIVA – Nel pomeriggio, invece, da LiraTv, De Luca aveva avanzato dubbi proprio su Palazzo Santa Lucia. « L’aspetto positivo è che c’è un accordo tecnico, che era la parte più delicata, con le Ferrovie dello Stato e con l’agenzia di controllo della sicurezza – aveva detto il sindaco – si è convenuto che la metropolitana può essere attivata adottando anche alcuni accorgimenti in materia di sicurezza. Lavoreremo affinché nei prossimi giorni il lavoro sia formalizzato e siglato anche da Ministero e Regione Campania. Il servizio costerà 2-3 milioni di euro per il primo anno. Voglio chiarire che la frequenza dei treni sarà di circa 15-20 minuti: è chiaro che, una volta attivato il servizio, si potrà regolare il tutto in base ai flussi di viaggiatori».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli dalla Stampa Locale. Contrassegna il permalink.