La faccia truce di De Luca spaventerà Letta?

E’ meraviglioso sentire Vincenzo De Luca scagliarsi contro il Governo Letta per la manovra economica da poco presentata alle Camere, quello stesso Governo del quale da sei mesi sta cercando a tutti i costi di far parte, visto e considerato che, per sua stessa ammissione, è ancora ed attualmente Vice-Ministro per finta.

Qualche giorno fa il suo fido, l’On. Bonavitacola, fu il primo a scagliarsi contro l’esecutivo, oggi segue lui.

Ma che stia tentando per questa strada di ottenere le tanto agognate deleghe?

La possibile minaccia: “ti scaglio contro le mie truppe”.

Me lo vedo Letta tremare davanti a una simile prospettiva.

Se De Luca intende per truppe quelle che sicuramente non hanno influito più di tanto, per esempio, nella designazione di Bersani a candidato del centrosinistra, o quelle che son state capaci di perdere la Provincia di Salerno e la stragrande maggioranza dei Comuni del salernitano, temo che faccia un enorme buco nell’acqua.

Un umilissimo consiglio: si è leader non perchè si dice di esserlo, ma perchè lo si dimostra.

Salerno conta nulla nel panorama politico nazionale, ma non è certamente questo il discrimine nei confronti di De Luca.

Altri, partiti da località ben più insignificanti, sono stati capaci di assurgere alle più alte cariche dello Stato e di influire per anni sulla vita politica del nostro Paese. Evidentemente avevano ben altra stoffa.

E non mi si parli di poteri occulti che starebbero negando a De Luca l’assunzione di più alti incarichi, che non ci crede nessuno, come nessuno può credere alla tesi dell’uomo libero, libero di che, uno che è da un quarantennio in politica, in questa politica?

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.