Attenti, che quel che dite oggi potrebbe esservi rinfacciato domani

Quando si è parte nelle Istituzioni, o Enti, bisogna stare attenti nel lanciarsi in critiche all’operato di altri in Istituzioni, o Enti, perchè domani potrebbe capitarti di compiere gli stessi atti che oggi disapprovi.

E’ questo il caso della Metropolitana di Salerno, che con i dovuti distinguo, pare molto simile a ciò che è avvenuto nel recente passato per l’aeroporto Costa d’Amalfi, l’aeroporto di Pontecagnano.

Il 4 novembre partirà la prima corsa della Metropolitana di Salerno, amici salernitani, ve l’hanno detto, che vi costerà per due mesi di esercizio ben 500 mila euro?

Di questa cifra si farà carico il Comune di Salerno, da qui a gennaio, per la messa in esercizio del Metrò. Con il nuovo anno la Regione Campania dovrebbe inserire la Metropolitana di Salerno nel servizio di trasporto pubblico regionale, mettendo a bilancio l’esborso dei 3 milioni di euro occorrenti, altrimenti, altrimenti la Metropolitana di Salerno potrebbe fare la fine, appunto, dell’aeroporto, quando Provincia e Camera di Commercio pagavano i voli semi vuoti e sappiamo bene com’è andata a finire.

Suoniamo, quindi, le trombe, per il traguardo raggiunto, quello di non vedere buttati al vento, per il momento, i milioni e milioni di euro che sono stati spesi per realizzare l’opera, ma continuiamo a vigilare perchè la Metropolitana di Salerno continui a funzionare anche dopo il primo gennaio e magari, che venga completato il progetto originario, che era molto più vasto.

Dovesse rimanere quella che è oggi, non è difficile ipotizzare che possa servire a ben poco, ma questo sarà argomento per una prossima discussione.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.