L’incompatibilità di De Luca, le deleghe, che palle!

Sull’incompatibilità del Sindaco di Salerno, perchè anche Vice-Ministro, il Governo ha risposto all’interpellanza presentata da alcuni Deputati e la risposta non poteva che essere quella che tutti, tranne l’On. Bonavitacola, si aspettavano.

In assenza di decadenza, o dimissioni, dalla carica di Sindaco, nessuna delega può essere conferita, altrimenti, e tra l’altro, con un procedimento in corso da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, si parteciperebbe al compimento di un illecito e si garantirebbe un possibile conflitto d’interessi.

Ora, che la risposta all’interrogazione parlamentare sia stata data da un Sottosegretario e non da altri, poco importa, perchè la sostanza non cambia.

De Luca ha fatto un clamoroso autogoal, che sta pagando in termini di popolarità e consenso nella sua città, come certificato dalla classifica di Monitorcittà, e che pagherà, molto probabilmente, ancor più pesantemente sul piano politico.

Che cosa si aspettava, De Luca, di fare a Roma quello che fa a Salerno, cioè, di poter disporre a suo piacimento di tutto e tutti, che cosa si aspettava, che la PDL/Forza Italia, che tiene in ostaggio Letta ed il suo Governo per mano di Alfano e dei suoi 24 Senatori, gli garantisse, senza batter ciglio, il mantenimento delle due poltrone? Diciamolo, De Luca si è fatto infinocchiare dalla politica politicante, quella stessa politica che a chiacchiere ha sempre detto di contrastare.

Ha prestato il fianco e chi aveva interesse non ne ha potuto approfittare.

Resta il grande interrogativo del perchè non abbia deciso di farsi dichiarare decaduto dalla carica di Sindaco. Si circonda di donne e uomini fidati? In fin dei conti, è lui che li ha scelti. E allora, perchè non lasciare che i suoi fidi continuassero, fino alla naturale scadenza, quella del 2016, ad Amministrare la città? La dichiarata decadenza, tra l’altro, gli avrebbe garantito la possibilità di riproporsi Sindaco di Salerno anche nel 2016. Evidentemente i fidi tanto fidi non sono.

Ho già espresso, in passato, il mio parere. Lo ribadisco con rinnovata convinzione.

De Luca è artefice del suo destino, politico e non. Faccia come meglio crede, ma che i suoi atti e comportamenti non danneggino la città, che dice di amare tanto.

Salerno ed i salernitani non stanno facendo una bella figura e la responsabilità non è certamente la loro.

Alberto Cardone

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Miei Articoli. Contrassegna il permalink.